Come si diventa Consulente Tecnico d'Ufficio?

Pubblicato il da infortunistica

Il Consulente Tecnico e' una figura professionale sempre piu' richiesta nelle aule dei Tribunali. Anche le compagnie assicurative, quando hanno necessita' di nominare un proprio consulente di parte (CTP), fanno spesso riferimento all'albo dei CTU tenuto in appositi elenchi in tutti i Tribunali. Lo stesso dicasi degli Studi Legali o delle Agenzie Private di Investigazione. E' quindi molto importante, per chi volesse iniziare questa appassionante attivita', iscriversi a tali elenchi.

Vediamo dunque quali sono i passi burocratici da compiere. Innanzitutto e' possibile iscriversi sia ai Tribunali Civili che a quelli Penali o anche solo a uno di questi.

L'albo e' tenuto dal Presidente del Tribunale e le decisioni relative all'ammissione all'albo sono sottoposte alla delibera di un Comitato da lui presieduto e composto dal Procuratore della Repubblica e da un rappresentante dell'Ordine professionale. Per coloro che fanno parte di categorie non organizzate in ordini o collegi professionali e, quindi, non sono provviste di albi professionali, il rappresentante dell'Ordine professionale e' sostituito da un funzionario della Camera di Commercio. Le funzioni di segretario del comitato sono esercitate dal cancelliere del tribunale.

L'iscrizione nell'albo dei Consulenti Tecnici di Ufficio puo' essere richiesta mediante domanda al Presidente del Tribunale nella cui circoscrizione l'aspirante CTU risiede o ha il domicilio professionale, e deve contenere la dichiarazione di iscrizione all'ordine professionale o alla Camera di Commercio, l'indicazione della Categoria e della specialita' prescelta, che puo' anche essere piu' d'una.

Poiche' ogni singolo Tribunale adotta regole leggermente differenti, vi consiglio di rivolgervi all'ufficio dei CTU del Tribunale nelle cui circoscrizione avete la residenza, richiedendo l'apposito modulo di iscrizione e l'elenco delle specialita'.

Quindi, ricapitolando:

1) Scaricate e stampate la domanda di iscrizione all'Albo, su carta bollata da euro 14,62 ( potete iscrivervi per un massimo di quattro materie)

3) Allegate una fotocopia di documento di identita' non scaduto e del codice fiscale

4) Allegate il vostro curriculum, firmato

5) Allegate titoli e documenti vari per dimostrare la vostra speciale competenza tecnica e l'esperienza professionale acquisita (titoli scolastici, attestazione di terzi, eventuali perizie o consulenze di parte, comprovanti lo svolgimento di attivita' professionale, eventuali pubblicazioni ecc.)

6) Al momento della presentazione della domanda presso l'ufficio CTU, ritirate e compilate dinanzi al funzionario incaricato, il modello di autocertificazione.

(Nota: Quanto sopra ha valore puramente indicativo)

Se vi iscrivete come medici non specialisti, dovete allegare il certificato degli esami sostenuti e la laurea, in fotocopia.

Di norma i Tribunali si prendono almeno tre mesi di tempo per portare a termine la pratica.

Nel caso la vostra domanda di iscrizione sia accolta favorevolmente, riceverete una raccomandata dall'ufficio Consulenti Tecnici del Tribunale, nella quale si attesta (finalmente!) l'accoglimento della vostra richiesta.

Ricordate inoltre che, ai sensi dell'art. 15 comma 2 delle disposizioni di attuazione del codice di procedura penale, nessuno puo' essere iscritto in piu' di un albo C.T.U. e che gli iscritti all'Albo dei Consulenti del Giudice sono tenuti a comunicare tempestivamente all'ufficio competente l'eventuale cessazione dell'attivita' professionale, il cambiamento dell'indirizzo di residenza e/o del numero telefonico.

Attenzione; l'art. 15 comma 2 delle disp. att. c.p.p. ci dice che nessuno puo' iscriversi negli albi dei CTU di piu' Tribunali, ma assolutamente nulla ci impedisce di "renderci disponibili" verso di questi!

Infatti, se la vostra "specialita'" e' particolarmente rara, puo' capitare che un Tribunale, diverso da quello dove voi siete registrati, abbia bisogno di una consulenza tecnica e non trovi, nel proprio albo dei CTU, la figura competente.

In questo caso la vostra disponibilita' sara' altamente apprezzata. Ricordate comunque di inviare la vostra dichiarazione solamente ai Tribunali che non siano troppo distanti dalla vostra residenza, per ovvi motivi.

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post